Nell’altro video, ho parlato dell’importanza di redigere un bilancio preventivo per le associazioni del terzo settore.

Oggi vi parlo, della creazione dei centri di costo e ricavo e perché è utilissimo farlo.

La contabilità per centri di costo e ricavo, aiuta qualsiasi attività ma soprattutto le associazioni del terzo settore, nelle rendicontazioni e nel controllo di gestione delle attività ed eventi.

 I soci vogliono sempre sapere l’attività dell’associazione che va meglio e quanto è redditizia.

Ma che cosa è un centro di costo e ricavo?

Non è nient’altro, che l’imputazione di costi e ricavi per una determinata attività produttiva, un reparto, un progetto o una tipologia di attività.

All’interno di qualsiasi attività anche commerciale, la divisione per centri di costo e ricavo funge ci fa rendere conto quale attività veramente è proficua.

Negli enti del terzo settore non è molto utilizzata, ma deve essere utilizzata per rendicontare i costi ricavi di un particolare progetto di attività.

E’ fondamentale anche per quelle delle associazioni del terzo settore che hanno il 5 per mille nella rendicontazione perché il 5 per mille va rendicontato fiscalmente e dichiarato e tutto questo lo puoi fare in maniera automatica e veloce con il software.

Adesso vi mostrerò,  come gestire i centri di costo e ricavo con il software sia a livello di bilancio preventivo che consuntivo.

Se siete interessati al nostro software andate su soluzioneterzosettore.it, lo potete provare  per 15 giorni.

Chiamate allo 0731 4309 e vi spiegheremo come gestire al meglio la vostra associazione sportiva, attività dilettantistica, proloco, qualsiasi cosa che riguardi il terzo settore specialmente con l’ ingresso del registro unico del terzo settore.

Comments

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti!